Tesori di Etruria - agenzia di visite turistiche, servizi turistici
Tesori di Etruria - agenzia di visite turistiche, servizi turistici

Sei chiese importanti della Tuscia

Chiesa Santa Margherita-Montefiascone

Chiesa Santa Margherita-Montefiascone

 

La Chiesa di Santa Maria Maggiore a Tuscania sorge alle pendici del colle di San Pietro che ospita, sulla sua cima, anche l’omonima basilica.
Nominata per la prima volta nell’852 in una bolla di papa Leone IV al vescovo di Tuscania, Urbano (si ha notizia di un vescovo a Tuscania già  dal 595, quando un tale Virbono compare nell’elenco dei partecipanti ad un concilio), fu consacrata il 6 ottobre 1206.

 

La Chiesa di San Pietro è un luogo di culto cattolico di Tuscania che sorge sull’omonimo colle già  probabile sede dell’acropoli etrusca. Il fronte della chiesa si affaccia su uno spiazzo erboso tra il Palazzo dei Canonici e le possenti torri di difesa (ne sono rimaste tre, memoria dell’importanza strategica dell’area) mentre l’altissima abside si staglia verso il vicino centro abitato.

 

La Basilica di Santa Cristina, tappa dei pellegrini sul percorso dell’antica via Francigena alla volta di Roma, ha accolto tra le sue vetustissime mura personaggi celebri per la santità , l’arte, la letteratura e la storia.
“Questo santuario è particolarmente venerato, non solo per il culto verso santa Cristina vergine e Martire il cui sepolcro, qui conservato, i fedeli cristiani della città  e dei paesi vicini fin da remota età  son soliti onorare con generosi omaggi, ma anche e soprattutto per il ricordo del notissimo miracolo eucaristico.” (Paolo VI)

 

La Cattedrale di Santa Margherita, intitolata alla patrona di Montefiascone, è una delle chiese più importanti della provincia, con, secondo alcuni studi, una delle cupole più grandi a livello nazionale (27 metri di diametro) ed è riconoscibile da quasi tutte le località  della Tuscia e della provincia di Viterbo.

 

La Cattedrale di San Lorenzo è il principale luogo di culto della città  di Viterbo, sede vescovile della diocesi omonima.
La chiesa fu eretta su una collina della città  verso la fine del XII secolo, al posto di una chiesetta dedicata a San Lorenzo e risalente al VII secolo, a sua volta eretta sulle rovine di un tempio pagano dedicato ad Ercole.

 

Il Palazzo dei Papi – chiamato comunemente Palazzo Papale – di Viterbo è, insieme al Duomo, il più importante monumento storico della città . Esso fu eretto nella forma attuale ampliando il palazzo sede della Curia vescovile della città  allorchà© papa Alessandro IV (1254 – 1261, papa dal 1254), a causa dell’ostilità  del popolo e della borghesia romana, capitanata dal senatore Brancaleone degli Andalò, trasferì la sede della Curia pontificia nel 1257 a Viterbo.

Prezzi

visite-guidate

visita guidata 220 euro

pranzo o degustazione

pranzo a partire da 15 euro

prezzo-intero

ingressi intero 10 euro – ridotto 6 euro (ragazzi fino 14 anni)

percorso adatto per bambini

Bambini fino 1 metro gratis

Informazioni sul percorso

durata

6 ore circa

distanza

1,5 km

difficolta del percorso

Percorso turistico

Consigli e note

E’ obbligatoria la prenotazione

questo percorso e accessibile con carozzina

scarpe-comode
ristoro
shopping
scale